Il PAESE degli URLUC

28 gennaio 2011

Urlùc, cosa vorrà mai dire questa parola?

Su Internet c’è una spiegazione molto limitativa del significato intrinseco di questo termine, in poche parole vi dicono: urlùc=pirla …

In effetti il significato ultimo è questo, ma perché usare un termine siffatto quando già ne esistono tanti altri di cui la parola “pirla” è capostipite lessicale e sinonimo estremamente esplicativo e noto su tutto il territorio nazionale (ed oltre) nonostante le sue origini dialettali?

L’Urlùc, udite Gente, è il soprannome di un uccello stanziale, abbastanza solitario e poco disseminato sul territorio, tipico delle campagne lombarde e che è recentemente scomparso (anche lui razza estinta) grazie alla tenacia di quell’esercito di amanti della Natura che col fucile a tracolla controllano minuziosamente che per aria non voli, che so io, nemmeno uno storno in più.

In più di che cosa non si sa, ma così è.

Bene, mi sono attirato tutte le simpatie dei cacciatori italiani.

E che cosa faceva l’urlùc  per meritarsi la fama di pirla?

Semplice, lui svolazzava da un albero all’altro e felice nel sole, e non faceva alcun male a nessuno, ma era una bestiolina molto testarda e presuntuosa.

Quando si posava sul ramo di un albero, le sue zampine si avvinghiavano strette strette in una presa, per lui, ma solo per lui, a prova di qualsiasi tentativo di fargli perdere l’equilibrio.

Ma ve l’ho appena detto, era una bestiolina molto presuntuosa e pensava che nessuno sarebbe stato in grado di fargli mollare la presa, sinché un bel giorno, in un tempo lontano, dei ragazzini dispettosi, visto che anche se loro si avvicinavano un po’ troppo l’uccellino non accennava nemmeno a scappar via, tutto fiero della sua presa e della posizione altolocata che gli dava sicurezza, cominciarono prima a dare dei colpetti all’albero su cui stava l’uccello e poi, visto che quello non volava via, cominciarono a scuotere sempre più violentemente la pianta su cui l’urlùc si trovava, sinché questo non perse la presa e invece di volar via, cascò per terra furbo come un gatto di piombo.

Il fesso se ne stava lì facendo cip cip da offeso, guardandosi attorno e cercando di capire chi si era permesso tanto nei suoi confronti.

La voce si sparse ed il gioco prediletto dei giovani contadinelli era proprio diventato la “caccia” al povero urlùc, non tanto per fargli del  male, quanto per vederlo cascare a terra, appunto, come un pirla.

Un pirla presuntuoso e come tutti i presuntuosi, testardo sino a perder faccia, chiappe e posto a sole.

Al resto ci hanno poi pensato, nel tempo, i nostri prodi cacciatori.

Tra Destra politica, Sinistra, Centro ed Estreme, a quanti urlùc paghiamo stipendio, tredicesime, quattordicesime, pane e companatico?

Bè in effetti un lavoro lo svolgono appassionatamente e senza alcuna interruzione sindacale: quello dell’intervistato in Tv: anche lì lavorano seduti, quindi, pensano loro, non c’è pericolo di perder l’equilibrio e picchiare il culo per terra.

Ma ne siamo proprio sicuri?

Annunci

Una Risposta to “Il PAESE degli URLUC”

  1. urluck Says:

    A dir la verità ad essere considerati da “loro” degli urlùc siamo proprio noi che cocciutamente continuiamo a stringere il ramo che da loro c’è stato offerto… rimpinguiamo con le nostre scelte “democratiche” le loro tasche e ci prostriamo alle loro falsità ed alla loro presunta “saccenza”, continuamo a subire la loro arroganza pensando di essere nel giusto giudizio e loro molto furbescamente volando da un ramo all’altro “giustificano” le loro scelte strategiche e le loro volta gabbane.
    Ed il bello che si giustificano dicendoci che lo fanno per il nostro bene…. e purtroppo noi da urlùc ci crediamo anche.
    Firmato….artisti ….
    Urluck ….


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: