IGIENE MENTALE: Il PRESUNTUOSO, PARTE SECONDA

26 giugno 2011

   Vi ho appena parlato dei “presuntuosi” ma mi sono limitato a fare delle osservazioni generiche, non proprio leggere, incomplete, ma sempre generiche.

   Rimedio subito.

   Il presuntuoso sotto sotto è sempre roso dal timore di venire giudicato e non è capace di decodificare qualsiasi altrui tentativo gli venga offerto di valutare assieme ad un’altra persona qualsiasi problema come prova di benevolo affetto, di sincero desiderio di scambiarsi un parere ed anche, se necessario, di aiutare in sordina, la famosa “mano tesa”.

   Come togliersi dai piedi lui e il suo insopportabile comportamento di perseguitato dai complessi di inferiorità, quei complessi che gli creano insicurezze a iosa e che gli fanno temere in continuazione di poter essere interferito nella propria privacy e vedere in qualsiasi altra persona una possibile minaccia per il proprio fondoschiena?

   Povera vittima incompresa e tanto angustiata da chi solo vorrebbe fargli conoscere il proprio pensiero (che tante volte, partendo da qualche metro più in là, è sicuramente più obbiettivo e meno schiavo di tante idee preconcette).

   Anche se da un lato, affettivamente, la cosa vi può costar sacrificio, abbandonatelo a sé stesso e alle proprie fisse, datemi retta, lasciatelo solo come un cane a spulciarsi orgogliosamente il suo manto di finto ermellino.

   Prima o poi crescerà e allora, ma solo allora, tornate a porgergli quella mano su cui ha sputato con tanta convinzione.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: