COLICHE RENALI, “PASSIONE” DELLA MIA VITA

8 luglio 2012

   In questo Post, come devono fare le persone per bene, parlerò del peccato ma non del peccatore.

   Più passa il tempo, più mi rendo conto di come il problema delle coliche renali sia sempre più diffuso e parimenti sempre poco capito dal medico “medio”, tipo quello del Pronto Soccorso, che è privo quasi sempre di quell’esperienza pratica, dal vivo, anche personale, che non richiede una Specializzazione specifica in Urologia e Affini che gli consentirebbero di gestire meglio la Salute del sofferente di reni che gli può arrivare ad ogni ora del giorno e della notte.

   Una cosa che mi ha sempre fratto molto sorridere è la famosa battuta del medico maschio che ti dice, tanto per farti credere che ha la situazione in mano, che lui sa benissimo che i dolori di una colica renale sono pari a quelli di una partoriente.

   E lui come fa a saperlo?

   Per sentito dire, chiaramente, almeno se non mi tornano male certi conti.

   Ma scherzi a parte trovarsi davanti ad un camice bianco che non ha le idee molto chiare in merito, non lo auguro proprio a nessuno.

   Ora vi dirò cosa mi è capitato qualche giorno fa quando dopo anni mi sono trovato inaspettatamente a dover fare i conti con i miei reni.

   Ero stato invitato a cena a casa di amici, in campagna, e loro sapendo quanto mi piacciono i pomidori “camoni” quelli sardi che si mangiano quando sono ancora verdi vicino al picciolo e che scrocchiano in bocca deliziandola del loro sapore particolare leggermente acidulo, pomidori di cui ne coltivano un’intera serra, a metà pasto me ne avevano fatto servire in insalata una quantità considerevole e io non mi ero assolutamente vergognato di fare il bis.

   E sino a qui nulla di sbagliato, senonché, per celebrare un’abitudine tutta lombarda, a fine cena avevano fatto portare in tavola un platò di formaggi, di loro produzione, veramente di alto livello.

   Io ho avuto un bel da dire che con i miei reni seguivo una dieta che non mi consentiva tra altri connubi proprio quello di pomidori crudi e formaggi, soprattutto non molto stagionati: Acido Ossalico dei pomidori + Calcio dei formaggi= Ossalato di Calcio.

   Sono stato “obbligato” a fare una serie di assaggi gradevolissimi, indubbiamente, ma che sapevo pesarmi sul capo, anzi, sui reni, come una spada di Damocle.

   Saluti, abbracci, e ce ne siamo tornati a casa mentre già sentivo iniziare un certo disturbo nella zona dell’inguine.

   Alle tre del mattino, mi sono infilato una tuta e mi sono recato ad un pronto soccorso agitato dal dubbio, ben motivato da una dislocazione particolare del dolore che si faceva sempre più forte, che potesse trattarsi anche di un attacco di appendicite.

   Codice giallo, mi hanno fatto passare abbastanza velocemente, ma la dottoressa che mi ha visitato mi ha confermato che si trattava di una colica renale.

   Per fortuna, ho pensato, così domani sono a posto e basta formaggio con i pomidori sino a che sarò vivo …

   Al che, visto che si apprestava ad inocularmi un antidolorifico potente ma per me inutile, le ho fatto notare che per me quel farmaco che ben conosco, era acqua fresca e che il mio organismo reagiva positivamente solo con un mix di due farmaci di cui le ho detto i nomi, antidolorifico e antispastico mentre l’antinfiammatorio potevo assumerlo normalmente per via orale e nessuno mi denuncia se lo chiamo per nome, Paracetamolo, anche se non sono un medico abilitato.

   Ho subito notato il sopracciglio che si alzava sul volto della dottoressa che mi ha detto che di antidolorifici aveva solo quello, di quell’altro antispastico era sprovvista, ma di non preoccuparmi perché tutto si sarebbe risolto in breve anche senza di quello e mi ha infilato un ago nel sedere …

   Dopo una mezz’ora, è tornata per vedere se era cambiato un qualcosa mentre io stavo quasi rotolando giù dal lettino per i dolori.

   Con aria professionale, ha tirato fuori lo sfigmomanometro e mi ha misurato la pressione: 190 su 105.

   Preoccupatissima, mi ha subissato di domande chiedendomi se, anche vista l’età, ero sotto controllo per l’Ipertensione.

   Al che mi sono permesso di ricordarle che durante una colica renale, soprattutto in presenza di spasmi fortissimi, quei valori erano da considerarsi normali.

   Non l’avessi mai detto!

   A nulla è valso dirle che sono figlio di un chirurgo, che ho lavorato 15anni in Sala Operatoria ed altrettanti sempre nel medesimo ambiente e che ritenevo di avere TECNICAMENTE le idee molto chiare su quel che mi stava succedendo, e poi che non era assolutamente da sottovalutare che avevo sofferto per anni coliche renali, ne ero uscito completamente grazie ad un modo di mangiare corretto visto che il mio organismo tendeva comunque a creare precipitati di Ossalato di Calcio, e che avevo imparato alla perfezione a curarmi nell’unico modo che il mio organismo richiedeva con i giusti farmaci e che quello che era capitato in un certo senso me lo ero cercato io.

   Ma la mente della Dottoressa era stata squarciata dal lampo del problema della pressione arteriosa e mi aveva subito ficcato in bocca quelle famose gocce che vanno messe sotto alla lingua col risultato che nel giro di due minuti ho vomitato persino l’anima.

   Dopo mezz’ora la pressione non accennava a diminuire se non di qualche punto ma i dolori e gli spasmi della colica si facevano sempre più insopportabili.

   A quel punto ho chiesto di venire dimesso, avrei firmato qualsiasi liberatoria, mi bastava tornare a casa dove conservavo religiosamente  oltre che per scaramanzia ancora due confezioni dei farmaci da iniettare che mi servivano.

   Scandalo, sono stato quasi insultato, mi hanno dato dell’incosciente … ma sono riuscito a tornare a casa e mia moglie mi ha fatto le due iniezioni che erano a questo punto diventate indispensabili.

   Dopo una notte di tregenda i dolori hanno iniziato ad affievolirsi e così pure le contratture, anche se la colica è durata per tutta la giornata seguente in tono decisamente minore, ma questo ritardo a risolversi era dovuto solo al fatto che in Pronto Soccorso non mi avevano somministrato l’antispastico.

   Ora, come ho già avuto occasione di spiegare, la renella, i calcoli piccoli, visti al microscopio ricordano da vicino i ricci grazie agli aculei dei cristalli di cui sono composti.

   Scendendo dai reni negli ureteri anche in modo asintomatico perché i reni hanno espulso ciò che doveva essere espulso senza accusare dolori, ma non è per merito di un loro cattivo funzionamento che questo è accaduto, sono moltissimi i fattori che controllano il Ph di certe nostre funzioni organiche, la renella e i calcoletti devono passare attraverso gli Ureteri per arrivare in Vescica per venire poi espulsi naturalmente, e siccome gli Ureteri sono dei vasi stretti che presentano anche delle tortuosità lungo il loro percorso, delle anse che condizionano i flussi di scorrimento di quel che ci passa attraverso, è normali che quegli “aghi” gli striscino contro e pungano le pareti di quei condotti.

   Gli Ureteri si contraggono istintivamente, sono fatti di muscolatura liscia dalle meccaniche di funzionamento autonome, incontrollabili con la volontà,  i precipitati si incastrano, si infilzano tra le pareti che dando segnali di dolore al cervello aumentano considerevolmente le contrazioni, così i flussi delle urine si bloccano trovando la strada chiusa e si accumulano localmente altri detriti.

   Dato che si tratta di muscolatura liscia, c’è un solo modo di “convincerla” a decontrarsi, ossia farmacologicamente, se no è come cercare di passare attraverso ad un muro senza un cannone in mano.

   Oppure si interviene con la litotriturazione o nei casi più gravi e disperati, chirurgicamente.

   Quindi, ricordatevi bene:

   Primo: attenti a quel che mangiate e COME lo mangiate perché non è detto che se due alimenti messi assieme vi fanno male, un solo mangiato singolarmente provochi il medesimo effetto, quindi, occhio alla dieta e fatevi aiutare da uno Specialista VERAMENTE competente in merito.

   Secondo, una colica renale, sino a che non si tratti di calcoli grossi impossibili da espellere urinando, va aggredita con 3(tre) tipi di farmaco da assumersi contemporaneamente: l’Antidolorifico, l’Antispastico e l’Antinfiammatorio.

   A Voi e al vostro Medico (quello intelligente e ben preparato) scoprire quali farmaci funzionano bene per il vostro organismo.

   E non fate come ho fatto io da cretino, che per non sembrare scortese mi sono infilato in bocca da solo del veleno.

   Una postilla: il giorno dopo, quella dottoressa mi ha telefonato e senza chiedermi nulla della colica mi ha detto che se volevo mi fissava un appuntamento in Ospedale per la mia Ipertensione (oggi, a 70anni suonati, 143 su 72 … e 68 pulsazioni).

   Purtroppo, a distanza di qualche giorno, non essendo SUBITO intervenuti anche con l’Antispastico, a colica totalmente risolta, accuso ancora dolori e indolenzimenti lungo tutta la cassa toracica, le corde vocali non sono tornate ancora totalmente elastiche ed ho ancora qualche piccolo problema, per me quasi impossibile da sempre, di stitichezza.

   Auguri, e non fate come me che so tante cose, so dare ottimi consigli anche sulle coliche renali e poi mi perdo come un pistola alle prime armi solo per una mal gestita forma di Educazione: morale, mai perdere un colpo, mai pensare che il nostro corpo si faccia imbrogliare come capita anche al più furbo di noi o che abbia la stessa pazienza e le stesse capacità di sopportazione che noi abbiamo nei confronti di qualche Ministro dell’ultima Leva, lui, il nostro corpo,  non guarda in faccia a nessuno e REAGISCE secondo schemi prefissati e sono c… nostri.

  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: