Venghino sioori e siorre, pacco dell’operaio,pacco del lavoratore …

4 agosto 2012

   Cosa c’è di peggio nei rapporti interpersonali oltre all’ARROGANZA dei Potenti?

   La TRUFFA, soprattutto quella a Norma di Legge perché presuppone, a scapito di chi si fida troppo della buonafede altrui, una conoscenza globale di ogni clausola degli eventuali accordi che stipula anche se in effetti prenderne decentemente atto globalmente, è possibile solo da parte di chi possiede oltre al cervello un microscopio elettronico ad ingrandimenti micrometrici.

   Eppure, nel nostro civilissimo Paese si è trovato il sistema, a quanto pare, anche a Norma di Legge, di truffare chiunque dal più sprovveduto coglione che vive con la testa nell’Empireo e ha deciso che così gli sta bene, al più scafato figlio di androcchia che vive sui proventi di espedienti e “tucapissciamé…”.

   Francamente io non so se il livello ricettivo di quei vostri neuroni ancora non sputtanati da Media e Comunicati Governativi Ufficiali sia ancora così efficiente dal riuscire a rimarcare l’odor di truffa appena inizia ad aleggiare per aria, ma, anche se così non fosse, vedrò di mettercela tutta per evitarvi una delle più grosse bufale legalizzate di questi ultimi giorni.

   Premetto che avendo prodotto grafiche e banner pubblicitari per RAIDue, da inserire nel corso della normale programmazione dei Programmi del Palinsesto, o anche per quelle ormai famose operazioni di “voto” telefonico per la selezione settimanale di qualche finto eroe da alimentare mediaticamente per tenere sollevate le sorti di qualche show televisivo, molto più di una volta mi sono dovuto adeguare alle disposizioni delle varie “Produzioni” scrivendo nel messaggio grafico che veniva trasmesso in sovrimpressione alle normali schermate, gli “estremi legali dei Regolamenti” ma utilizzando sempre dei fonts in misura estremamente ridotta, ufficialmente per far star tutto dentro alla pagina videotrasmessa, ma soprattutto per adeguarsi al quel modus comportamentale di certi contratti, soprattutto assicurativi, che ti inducono a “non riuscire a leggere” accuratamente quella miriade di clausole scritte con caratteri infinitesimali che poi alla resa dei conti risulteranno essere le forche caudine più pesanti per chi sottoscriverà l’accordo.

   Di questi giorni, sulla scia di certi concorsini paralleli a giochi televisivi di buon ascolto, e che invitano a partecipare anche da casa alla singolar tenzone, facendo solo gli interessi delle compagnie telefoniche che così si vedono aumentato esponenzialmente il traffico, vi è pubblicizzato un giochino per deficienti, per individui dal livello culturale molto al di sotto dello zero assoluto, ma soprattutto indirizzato a persone molto poco attente che facendo della loro approssimatività psicologica quotidiana sistema di vita, e sperando di vincere il cucù in palio, inviano subito un SMS con la risposta data per scontata già nelle didascalie grafiche con cui viene proposto il quiz.

   Un po’ a lato delle immagini e dei titoloni, c’è una scritta che dice chiaramente, per chi ha occhi e cervello, che quel giochino che può offrire anche tanti altri gadget, è una operazione in “abbonamento”.

   Il che significa che è sufficiente che uno invii un messaggino con una delle risposte che anche una capra nana non potrebbe ciccare, per vedersi subito “iscritto” di forza in un sistema di abbonamento il cui CONTO in Euro verrà subito caricato in accredito per il Gestore del gioco, estraendolo automaticamente DI FORZA dalle disponibilità della SIM o del contratto che l’Utente ha attivato col suo Gestore.

   Gestore, che se interpellato in merito, scaricherà ogni responsabilità affermando che lui non è responsabile di quell’operazione anche se in effetti fa da esattore finale delle operazioni ….

   E adesso, mi raccomando, correte tutti a giocare, a scaricare nuove suonerie sempre più deficienti per i vostri telefonini e tantissimi altri gadget da ricovero neurologico.

   Chiaramente, però, se manco sapete da che parte vi arrivano in tasca i soldini, fate pure come meglio desiderate …. a patto che poi non andiate a lamentarvi da nessuna parte.

  

  

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: