LA FILOSOFIA DELL’IO ME NE FREGO

26 settembre 2013

mf

Quel vecchio “pazzo” di Socrate affermava che un uomo saggio non ha bisogno di regole imposte dallo “Stato” per comportarsi correttamente sia sul piano personale sia su quello sociale, ed io sono sempre stato convinto che avesse pienamente ragione, in quanto ritengo che la COSCIENZA, in un individuo onesto, intelligente, moderato … è più che sufficiente per fare di lui un essere positivo.

La COSCIENZA, dicevo, quella vocina rompiballe e discreta che ti avvisa sempre un momento prima che tu alzi un dito per ricordarti se stai facendo il bravo bambino oppure no.

Fare i bravi …

Ma forse, un po’ con la storia che scopare dà molta soddisfazione, un po’ che siamo nati essenzialmente per procreare, e che per continuare la specie senza ostacolare il sacro Istinto di Conservazione, anche se a questo punto bisognerebbe comportarsi in modo intelligente ed equilibrato, a furia di trombare (anche perché ultimamente non tutti hanno qualcosa di meglio da fare) ci ritroviamo in troppi sulla superficie del nostro pianeta già abbastanza violato e violentato dall’egoismo umano con la scusa che il Progresso deve correre in avanti sempre più velocemente, costi quel che costi, e certe logiche di saggezza sembrano definitivamente scomparse.

Figurarsi se sono in molti quelli che si fanno venire il dubbio che l’uomo non è un coniglio, dove regnano l’ignoranza, la povertà, ma anche certe forme socialmente avanzate di integralismo religioso con certi suoi comandamenti fuori dal tempo e dalla ragione, e intanto la Popolazione Mondiale e cresciuta a dismisura, iniziano a scarseggiare viveri, acqua, SPAZI … e ognuno ensa sempre di più solo a se stesso.

Anche per l’ambiente, non solo per gli individui, il costo del Progresso dove arriva, è spesso elevatissimo ed è una condizione dalla quale, a questo punto, non se ne può più uscire se non rimettendo in discussione moltissime convinzioni considerate di oro colato o anche imposte come tali ma solo per l’interesse di pochi.

Non è passato molto tempo da quando ho parlato del cane che si morde la coda, il problema, purtroppo, ci investe tutti perché è la Società stessa che ci spinge sull’orlo di questo burrone con certe sue certezze che impone, con promesse che valgono solo per qualcuno che vuol farsi bello o ricavare profitti sempre maggiori mentre la parola d’ordine generale è … pensare il meno possibile … visto che in teoria già ci sono gli altri che possono farlo anche per noi e poi, sudare, anche se solo un pochino, è in netta antitesi con quell’immagine da baraccone di depilato e deodorato che molti, pur di non pensare ad altro, cercano disperatamente di costruirsi in palestra od in luoghi analoghi dove la parola Salute viene troppo spesso confusa con altri concetti.

E i risultati di tanta superficialità si vedono.

Ci sono poi quelli che fanno il gran rifiuto sociale, come ad esempio non andando a votare quando si dovrebbe, ignorando ruoli e responsabilità personali, e guarda caso si tratta quasi sempre di gente con la pancia piena per cui che vada in un modo o in un altro poco cambia, non è certo la storia di coloro che cercano con ogni mezzo di cambiare in meglio qualcosa del proprio destino.

Le conseguenze dell’egoismo più secco, quello che si ricorda dei Diritti solo quando si viene coinvolti direttamente, pare sia diventato regola comune, una delle poche rispettate.

Superbia, orgoglio e vanità, Carneade, chi era costui?

Qualche filosofo recitava … cogli l’attimo … sì, ma senza compiere atti scorretti, di prevaricazione, di menefreghismo.

Basta pensarci un po’ ed osservare attentamente tanti comportamenti trasgressivi di vita quotidiana ormai accettati come normali per rendersi conto che non sono affetto da allucinazioni.

Ma non esiste solo la trasgressione, c’è anche da parte di chi è o si crede più forte, l’inclinazione a compiere ogni forma di ricatto pur di farsi tornare i conti, e se l’altro non accetta, che Sansone muoia pure con tutti i Filistei.

E’ come se, e non da ieri, fosse stata inaugurata una bellissima autostrada a più corsie, gratuita, e che sembra proprio studiata per l’Alta Velocità verso un suicidio di massa decisamente masochista e coglione, anche perché quando i tempi e le cose precipitano, quei quattro (milioni di) soldi messi al “sicuro”, nemmeno quelli sono sufficienti per mettersi la Coscienza a posto con qualche retromarcia ma neppure, nei casi più estremi, per salvare pappa e ciccia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: