C’ERAVAMOTANTOAMATI …

16 ottobre 2013

te

Il Mondo intero sta cambiando in continuazione e ha infilato una china che proprio non condivido perché ogni logica e potenza di traino paiono condizionata solo da interessi personali o di parte e che tutti, di ogni colore, razza, capacità intellettive, cultura e livello sociale, siano orizzontati in quel senso.

Come diceva un Presidente che non ho mai amato … io non ci sto, anche se le cose a cui quel signore diceva di non volerci stare … no comment.

E dato che non ci sto e che personalmente, io, povero bipede socio politicamente e intellettualmente anomalo, posso fare ben poco tranne che berciare come un clown che ti fa ridere ma che lo ascolti poco, mi piglio una pausa responsabile e mi ritiro sulla sponda del fiume sempre più gonfio e veloce per vedere come va a finire, almeno sino a quando non andrò a mangiare l’insalata dalla parte delle radici.

Anche perché ho la netta sensazione che questo Blog, per come lo ho condotto e per quel che mi ero prefissato, abbia esaurito la sua stagione, che stia parlando una lingua in disuso, che stia raccontando di albe di pura fantasia, quindi lo chiudo prima che inizi a puzzare, a meno che qualche irriducibile non mi venga a strattonare con motivazioni veramente valide.

Cosa che, qualora si verificasse, richiederebbe, statene pur certi, parecchi cambiamenti, anche di tipo gestionale, finalmente adatti ad una società che ti valuta essenzialmente leggendo il prezzo sul cartellino.

Rimango comunque sempre disponibile a rispondere a chiunque abbia da chiedermi qualcosa, la mia mail è sempre quella.

Grazie per l’assiduità con cui mi siete venuti a leggere, un numero con parecchi zeri, una quantità di presenze veramente inaspettata, ma è giunto il momento che cerchiate qualcosa maggiormente al passo con questi tempi in cui è rimasto troppo poco tempo (e voglia) per pensare, in cui, come sul Pc quando sbagli, basta tirarci sopra una riga, battendo “cancel” e ripartire da capo senza sentire il bisogno di capire l’origine dei propri errori e soprattutto senza temere le conseguenze, in cui l’esperienza è spesso ritenuta una malattia più noiosa delle emorroidi ed una forca caudina talmente invisa (e sostanzialmente temuta) che non si fa che girarglisi attorno e tutto facendo finta di non rendersi conto che l’Italia è ormai miseramente crollata per colpa di pochi ma anche un po’ per colpa di tutti …

Saluto questi tutti, belli e brutti … bye bye so long e permettetemi di firmarmi questa volta con caratteri “maiuscoli”, vostro

 

CURL il RICCIO.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: