CRUCIFIGE, CRUCIFIGE …

17 luglio 2014

co

Io non amo parlare di Politica, lo sapete, ma oggi mi gira così.

Le cose che in questo Paese non vanno sono molte, troppe, e anche se a guardarsi attorno viene facile dire che oltre che “mal comune, mezzo gaudio”, c’è pure chi sta peggio di noi, di fatto si riceve quotidianamente la sensazione che chi sta al Potere sia molto distratto rispetto ai VERI problemi contingenti in cui versa ormai una parte troppo grande di Popolazione.

Saranno in buona fede? Saranno in malafede?

Di fatto le cose stanno peggiorando e non si riesce ad intravvedere nessuno spiraglio perché chi ha accumulato ricchezza non la molla e con i relativi interessi se la vede ingrandire, e chi era povero od ha perso tutto in questi ultimi tempi ha ben poche alternative per non soccombere e dato che di solito sono sempre gli onesti ad andarci di mezzo, quelli che hanno compiuto il loro dovere sociale sino all’ultimo e ben conoscendo, a differenza di quell’altra categoria, cos’è la Dignità, spesso e volentieri preferiscono il suicidio alla vergogna o ad eventuali soluzioni disoneste.

Ma queste sono cose che già conoscete e vivete, quindi, perdonatemi il piccolo sfogo, e così, sconsolatamente, la pianto lì sul nascere, e lascio ad altri (a quelli di solito con la pancia piena) la parte di censore di professione, anche perché loro sono ben pagati per questo, io no.

Un aggancio però me lo dovete consentire al discorso precedente perché io sono convinto che buona parte di questa situazione ce la siamo cercata e voluta proprio noi tutte le volte che “per quieto vivere” abbiamo lasciato correre in situazioni che invece meritavano un intervento veloce, preciso e chirurgicamente forte senza guardare in faccia nessuno.

Qualcuno obietterà che purtroppo la sorgente dei mali è stata per decenni alimentata dal malgoverno delle Destre buoniste, quelle che hanno abusato del Segno della Santa Croce … ed io ci ho voluto credere, infatti, turandomi il naso al solo pensiero di quel che nel secolo scorso (e anche prima) capitava in Russia prima sotto alla luccicante corona dei soliti dittatori che si fanno chiamare Re, e poi sotto alla sventolante bandiera rossa, ultimamente ho provato a votare per coloro che parlavano di parità, di eguaglianza, di Diritti prima negati e poi riconosciuti, di vero Comunismo ben celebrato al suono dell’Internazionale.

Successo qualcosa?

Sto ancora aspettando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: