AMORE, AMORE, AMORE.

15 gennaio 2015

dol

Nel corso della mia PLURIENNALE attività professionale in vari Centri di cura, ospedali, luoghi insomma dove il dolore è di casa, quasi quotidianamente mi toccava documentare iconograficamente l’andamento delle cure, gli esiti postoperatori, e tante altre cose meno gradevoli relative non solo ad adulti ma anche, purtroppo, a tantissimi bambini che spesso e volentieri mostravano una dignità ed una capacità di sopportazione superiore a quella di tanti grandi.

Quasi sempre fra me e questi bimbi si stabiliva un rapporto di reciproco affetto e fiducia che tra l’altro mi facilitava moltissimo sul lavoro dovendo io quasi di regola utilizzare degli strumenti che consentivano di “allargare” meccanicamente le parti lese e che comunque erano dei corpi intrusi di non facile gradimento.

Ciò che mi ha sempre colpito era la docilità. la disponibilità  (spesso negata ai loro stessi genitori) con cui si lasciavano manovrare e il grado di compartecipazione anche mentale che annullava qualsiasi loro timore mentre io facevo il mio lavoro.

Ormai da tempo si sente parlare di intere schiere di bimbi plagiati, educati alla violenza, alla più totale amoralità, all’indifferenza verso ogni aspetto umano della vita, per creare dei piccoli automi violenti, ciechi e sordi verso chiunque altro tranne chi li ha plagiati, piccoli ma efficientissimi automi capaci di usare armi da fuoco per uccidere o di andare a farsi esplodere imbottiti di esplosivo magari perché gli era stato promesso un pacchetto di caramelle dato che ad un bimbo non puoi promettere in premio per certe nefandezze un paradiso con tante vergini accoglienti e gratuite a tua esclusiva disposizione.

Questa promessa è riservata solo ad adulti “cosiddetti” intelligenti, a menti cosiddette (in famiglia) “libere” e progressiste anche se appartenenti ad individui che hanno smesso di voler crescere intellettualmente, culturalmente, eticamente, socialmente … persino religiosamente da ben prima del famigerato Medio Evo.

Un pò come da noi fa la Burocrazia di Stato.

Ciò che pare esser preponderante per certa gente che vorrebbe infettare col proprio DNA tutto il mondo civile è innanzitutto conservare la propria predominanza schiavista a 360° nei confronti della donna e poi, si sa, ci sono tutte le altre motivazioni ancor più economiche che politiche perché anche per questi nuovi eroi del terzo millennio vige il detto “pecunia non olet” e più si riesce a metterne via, come non importa, meglio è.

Povero Papa Francesco con i suoi messaggi, i suoi inviti alla moderazione, all’amore, alla comprensione, alla sopportazione, al CONFRONTO.

Uno non ci vuol credere, la pensa all’opposto, si deve portare dietro il mitra col colpo in canna anche quando va al cesso, faccia pure e ammazzi tutti quelli che gli stanno scomodi sino a che non troverà uno più tosto di lui, ma i bambini NO.

Se è vero che anche il Corano è un cantico alla Vita, almeno i bambini, NO, la loro mente è sacra e non deve venir violentata, né dai giochini elettronici violenti, né dalla crudezza di tanti Media, ma nemmeno e soprattutto da adulti che ne fanno degli schiavi tanto pericolosi quanto inconsci qualsiasi sia il loro torbido scopo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: