LA LOGICA DEL PIU’ FORTE, LE LINEE DI CONFINE e LE REAZIONI A CATENA

16 gennaio 2015

gr1

Da quando mi sono reso conto con l’età, con la passione e l’esercizio che non ero più io a praticare Arti Marziali ma che erano loro a praticare me, mente e corpo, anche senza essere arrivato alle mete eccelse di qualche cintura particolare, ho anche iniziato a comprendere che un conto era il Tatami con le sue regole, un’altro la Strada, e chi ci potevo incontrare, la Vita, insomma.

Questo significava che avrei dovuto modificare, limitandola, ogni mia reattività istintiva molto “indipendente” e talvolta fumantina moderandomi con un uso onesto ed attento della mente, per quanto almeno ne sarei stato capace.

Dopo le due azioni terroristiche consumate in Francia da quei poveri paria plagiati, gratuitamente violenti, ignoranti ed irrispettosi di qualsiasi legge naturale umana, lontani anni luce dal concetto di Pietà che è una delle rare cose che fanno la differenza tra uomo e bestia, come avrei potuto unirmi al coro onnicomprensivo ma in realtà anonimo (come tutto ciò che è massa) di tutti coloro che in piazza hanno sventolato cartelli con su scritto … anch’io sono … etc. etc?

E così mi sono ben guardato dal giudicare sull’onda del sentimento l’operato di quei poveri pirla ignoranti che in nome di un Credo da loro distorto, hanno compiuto violenze efferate, stupide, praticamente utili solo da un punto di vista mediatico, ma poi nemmeno più di tanto.

Non certo per la gloria di Allah e del suo Profeta.

E che comunque oltre che santificare chi dall’altra parte magari proprio santo non era, hanno fatto gli interessi di chi manovrandoli come burattini opera nell’ombra ben si guarda di mostrare la propria faccia in pubblico … minchia, che eroi !!!!!!!!!!!

Fantastico Papa Francesco anche in questa occasione.

… NO alla violenza ma che nessuno si permetta di entrare a gamba tesa nelle credenze religiose di nessun popolo, anche del più selvaggio e lontano dalla Civiltà.

Ogni Credo Religioso deve volare libero e nessuno, nemmeno con la scusa che dall’alto della sua posizione di persona culturalmente impegnata(?!) è abituato a sparare ironie da ogni parte senza eccezioni (tranne che all’interno delle sue mutande) quindi ufficialmente senza partigianerie di sorta, nessuno, dicevo, DEVE permettersi di nominare invano il nome di nessun Dio.

Troppi i valori messi pericolosamente in gioco da stupide ed inopportune esibizioni seppur letterarie, culturali o pseudoculturali, anche per chi nel concetto di “anima” non ci crede e forse proprio lui tiene appeso al portachiavi un cornetto rosso.

Anche il Papa lo ha detto … sinché si scherza, va bene, ma se uno insulta mia “madre” un cazzotto non glielo leva nessuno, altro che porgere l’altra guancia, anche Cristo incazzato a ragione aveva preso a frustate i mercanti nel Tempio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: