LO SCHIAFFO

19 gennaio 2015

nic

Io conosco una giovane e bella sposa, plurilaureata, madre affettuosa di un bellissimo bimbo, impegnata quotidianamente con entusiasmo e capacità anche nella sua professione elitaria (è una insegnante).

Potrei estendere volentieri senza alcuna sviolinatura queste lodi ancora più in là (anche se proprio non credo che lei mi legga e che nemmeno conosca l’indirizzo di questo Blog) … indubbiamente se lo merita, tranne che, secondo me, per un punto focale della sua funzione di educatrice: secondo lei i “bimbi” non devono “obbedire” ma agire secondo coscienza ed ai genitori spetta di metterli in grado di sviluppare ed alimentare questa “coscienza” sino al punto in cui il miglior genitore sarà quello capace di essersi reso ormai inutile, solo testimone di amore.

Anche se poi al lato pratico quando suo figlio scantona da quelli che sono i suoi punti di vista … molte libertà del piccolo devono miseramente lasciare il passo ai piccoli egoismi intellettuali della madre disposta a non recedere di un millimetro da essi, ma questo è un particolare personale.

Un esempio ricorrente?

Fate una domanda al piccolo, sicuramente la madre risponderà per lui togliendogli la parola…

Un planning pedagogico da fantascienza se non per qualche scomodo particolare; peccato che, come gli stessi adulti spesso sono incapaci di fare, per autogestirsi positivamente in modo omogeneo e continuativo secondo quanto la propria coscienza detta senza far danni a sé stessi e ad altri, è richiesto a qualsiasi essere umano un livello di crescita psicologica che solo l’ESPERIENZA che è seminatrice preferenziale del senso di RESPONSABILITA’ può consentire e che non si può assolutamente né imporre, né improvvisare, né lasciare vagare libero per aria come il battito d’ali di una falena attratta da ogni sorgente luminosa e pronta ad andare a sbatterci sopra bruciandosi.

Messo e non concesso che chiunque e sempre abbia voglia di dar retta alla propria coscienza, cosa non sempre facile, possibile, persino lecita … quando ti scontri con altre realtà totalmente differenti dalla tua.

!!!!! DANGER !!!!!

Vi rendete conto di quanto sia bassa la soglia di pericolo?

Tutto ed il contrario di tutto possono diventare leciti, navigabili, da PROVARE no limit man mano che poi si cresce se non si mettono sin dall’inizio dei prudenti paletti, visti non come costrizione ma come garanzia che poi anche gli altri capiscano il senso del loro rispetto, e paletti significano ORDINE, REGOLE e quindi che LIBERTA’ sia, ma a patto che non si riveli mai come né assoluta né elastica solo nel senso degli interessi personali … troppo comodo e per nulla educativo …

Il resto è solo plagio ed in effetti in qualche parte del Mondo, raccontandogli che si tratta di un gioco bellissimo, da tempo si mettono tranquillamente in mano a dei bimbi che dovrebbero ancora giocare col Lego, con la palla o con i peluches , esplosivi, pistole, fucili e mitra non senza esimersi talvolta da legarseli anche sessualmente tanto per non farsi mancare nulla e completare l’opera del plagio.

Noi stiamo vivendo in una Società (in Occidente) CHE FA UNA INTERPRETAZIONE MOLTO LIBERA DEL CONCETTO DI LIBERTA’ con la scusa che da noi si respira Democrazia mentre in realtà le nostre esistenze sono tutte soggiogate da sistemi politico economici per nulla permissivi e gentili … a meno di non possedere conti in banca talmente telescopici, pozzi senza fondo, per cui ogni discorso di limite cade … non perché sia giusto ma perché funziona così.

Da noi non mettono in mano ai bimbi una pistola col colpo in canna, no, non starebbe bene, però gli lasciano spesso assumere comportamenti che alla lunga, alimentando egoismi personali e desideri di autoaffermazione ma con ogni tipo di prevaricazione nei confronti dei loro simili saranno altamente limitativi, offensivi, disonesti e pure violenti, comportamenti che spingono all’insensibilità, che parlando solo di materia e finiscono per glorificano il Dio Denaro come unico mezzo per ottenere Potere.

I LIMITI che consentono una convivenza civile finalmente degna di esser vissuta esistono, mai dimenticarselo, i limiti che consentono uno status pacifico quando vengono rispettati, perché non insegnarli sin dalla più tenera età quando le differenze tra bene e male sono ancora così confuse? Perché lasciar giocare impunemente degli immaturi con i fiammiferi vicino ad un bidone di benzina? Perché dar retta solo al proprio io invece che alla Ragione e al cuore, quello vero quello che batte con la vita dell’anima?

Proprio quello che sta così antipatico ad atei ed intellettuali politicizzati.

Volendo, c’è ancora posto per tutti in questo Mondo ma bisogna far presto ed essere eticamente ed intellettualmente onesti, non pensare che solo la violenza, in ogni sua forma, fa ottenere dei risultati, quella è una guerra persa in partenza, anche se qualche sonoro ceffone in faccia, di quelli che bruciano proprio e ti tolgono per un istante il respiro, ogni tanto, ci vuole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: