VERITA’ SCOMODE (per le nostre “sicurezze”)

30 maggio 2015

mani

Sin da piccoli, gli arti che mettiamo sin da subito in funzione per un iniziale collegamento col mondo circostante sono le mani, e forse è questo il motivo per cui poi col passare degli anni e con la “maturazione” organica del corpo, talvolta si può iniziare ad avvertire in esse sensazioni particolari anche inaspettate.

Sto parlando delle nostre mani intese come circuiti biologici ricetrasmittenti e funzionanti sia attraverso la sensibilità del tatto sia per le bioenergie che loro, ricchissime di terminazioni nervose oltre che di vasi sanguigni, possono emettere anche senza che l’individuo ne sia cosciente o che ne avverta quei flussi che solo un buon allenamento e la giusta concentrazione sanno rivelare in tutte le sue dinamiche.

Pochi giorni fa Striscia la Notizia aveva trasmesso uno dei soliti servizi tra lo scandalistico e l’accusatorio (a ragion veduta) su certe attività pseudo terapeutiche praticate dai soliti millantatori per allocchi su di un pubblico ancora legato a concetti tipo “magia”, superstizione e simili, comunque ignorante in misura paurosa nonostante si viva nel terzo millennio d.C. e quindi terreno più che fertile su cui far spaziare, imbrogliando, i propri appetiti.

Ottimo, in galera i truffatori, siamo tutti d’accordo, ma non si faccia di ogni erba un fascio.

E’ scientificamente provato e dimostrato che in ogni organismo umano si verificano elaborazioni biologiche ed energetiche naturali e spontanee che generano flussi micrometrici ma della giusta intensità di attività bioelettrica, magnetica e persino di radiofrequenza su lunghezze d’onda ben codificate da tempo dalla Scienza Medica (pensate solo a quel che succede quando dormiamo e il nostro cervello “lavora” autonomamente quanto discretamente proprio generando queste forme di energia …).

E’ una guerra persa in partenza convincere i più scettici, lo so.

Però io che ora, dopo anni di attività dedicata, di applicazione e studio riesco ad attivare e pilotare correttamente molti di questi flussi, una cosa l’ho imparata e non mi curo più della diffidenza di quei 99 su cento che storcono il naso, perché invece, l’ultimo rimasto, se si fa prendere per mano e mi concede la sua fiducia ne esce di solito come la vostra vecchia auto quando vi decidete a portarla in Concessionaria per un tagliando serio dopo anni di fai da te od avendola affidata al meccanico in fondo alla via che è tanto bravo, ma ….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: