… PENSIERI SOTTO ALL’ALBERO …

6 gennaio 2016

IKA

Non pensate che io stia lavorando di fantasia se vi dico che ho conosciuto e frequentato nella normalità della mia vita quotidiana gente veramente importante, di solito poco “raggiungibile”socialmente, anche veri “personaggi” con molti dei quali ho collaborato professionalmente, instaurando rapporti di solito ben accettati in quei loro ambienti non proprio aperti a tutti, personaggi che forse solo ogni tanto vedete in Tv o di cui leggete qualche notizia sui giornali.

Ebbene, che ci crediate o no, per me, fama, successo con soldi e agi non sono mai stati il motivo prioritario della mia esistenza che pure molti hanno invidiato.

Grazie all’educazione ricevuta, i miei VERI interessi hanno sempre volato oltre facili orizzonti, animati da criteri molto più aperti e mentalmente liberi rispetto a quelli della media dei miei simili.

Per questo motivo non mi sono mai preoccupato più di tanto di puntare solo verso l’alto con le mie frequentazioni, in particolare quelle private e strettamente personali ed ammetto serenamente che fra tutte le persone da me incontrate nella vita ce ne è una che ricordo sicuramente più volentieri di altre dai cognomi illustri … anche se la professione che praticava era quella più antica del mondo.

Sto parlando di una prostituta di alto bordo che ho conosciuto lavorando in quegli Hotel a Cinque Stelle che ospitano Congressi e Meeting di ogni tipo per i quali ho prestato assistenza tecnica audiovisiva nel corso di molti anni.

Una donna veramente affascinante, in più intelligente e colta oltre che veramente gradevole e femmina, con cui però non ho mai intrattenuto relazioni particolari, cioè, per inciso, non abbiamo mai scopato assieme anche se ad esser onesto un pensierino lo avevo fatto (… criteri etici a parte, anche volendolo, devo riconoscere onestamente che i costi, per me, sarebbero stati troppo alti …) e che incontravo abbastanza abitualmente girando per quegli ambienti, anche se casualmente, lei per i suoi motivi “professionali”, io per i miei.

Durante i break, quando potevo finalmente ritenermi libero dai miei impegni di lavoro e tirare il fiato davanti ad un caffè o una bibita, me la vedevo talvolta spuntare all’orizzonte in qualche Hall o Sala Bar interna e ci mettevamo a parlare del più e del meno scambiandoci, come due vecchi amici, impressioni, notizie, considerazioni …

E lei ogni tanto usava un’espressione che mi è rimasta ben impressa nella mente :… vedi, Bruno, i soldi sono solo carta straccia che va e che viene … e io, facendola arrabbiare, ribattevo sempre :… certo che a te, Ila cara, di quel tipo di carta proprio non ne manca …

Talvolta pensavo che esagerasse, che fossero facili discorsi per una persona sempre con la pancia piena … in ogni senso … ma andando avanti negli anni ho decodificato meglio la cruda verità riposta in quella frase …

I soldi, ad ogni livello, sia sul piano personale e privato, sia su quello dell’Alta Finanza dove muovono la politica e i destini di popoli interi, sono veramente solo carta straccia, una convenzione purtroppo sempre più indispensabile nell’immediato, ma non sono poi così importanti, non sono certo loro a creare o ad alimentare la dignità dell’Uomo o a decidere della sua sopravvivenza, almeno sino a quando qualche suo simile non cerca di derubarlo con o senza ragione e così nascono quei conflitti quasi impossibili da risanare.

Ciò che veramente conta è il Potere di Acquisto che impegnandosi a fondo su scopi ben programmati si riesce a realizzare individualmente con le proprie capacità mentre spesso il denaro di carta, grazie ad ogni genere di speculazione umana, rivela quanto veramente vale in quel momento e solo in quello, talvolta in più, talvolta in meno, molto più spesso in meno, rispetto ai numeri che porta stampati sopra.

Inutile cercare di sostenere il contrario, parlando di soldi, sempre di Potere d’Acquisto effimero e troppo relativo, oscillante, instabile, si tratta.

Quel Potere vero invece che ogni uomo possiede e potrebbe sfruttare riuscendo a conquistare tutto ciò che gli interessa, è quello che, a partire dal più piccolo di noi, ognuno può realizzare affermandosi CON DECISIONE e senza remore attraverso le proprie capacità personali, svolgendo una professione amata e praticata con competenza, impegno e dignità, con vera libertà mentale, conducendo al contempo un’esistenza onesta, coraggiosa, socialmente aperta, senza mai dimenticarsi della disponibilità che è imperativo morale rivolgere verso ovunque sia necessario e senza farsi fuorviare da inutili chimere per vicoli ciechi.

Potrei continuare ma non serve, sicuramente mi avete capito, la verità vera è che i veri leader (di solito) non hanno bisogno di possedere un portafogli a fisarmonica pieno per ricevere rispetto, farsi valere mentre mettono in riga pecore e lupi assieme.

Peccato che certi messaggi non riescano mai a prendere il volo perché c’é sempre appostato, e nemmeno troppo nell’ombra, qualcuno di quelli che amano fare il tiro a segno contro tutto quel che si muove e che per loro rappresenta un probabile pericolo imminente.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: