SVEGLIAAA …

20 febbraio 2016

index

La Salute è quel bene senza prezzo che solitamente fa avvertire la sua necessità soprattutto quando gli anni si accumulano sugli anni, e la nostra “macchinetta” inizia a fare i capricci.

Con alcuni di questi capricci senza controllo si può anche imparare a convivere serenamente, con altri è l’inizio della fine: esami clinici su esami, consulti, diagnosi a gogò, mentre la paura di esser rimasti coinvolti in qualcosa di irreparabile attanaglia le menti e mentre si attende la diagnosi del vostro povero Medico curante che tra mille e passa pazienti assegnatigli dal Sistema, se si ricorda di voi quando andate a trovarlo, è già un avvenimento.

Cosa di peggio dell’essere alla guida un’auto che sino a quel momento si è comportata come se fosse appena uscita di fabbrica, e che inizia tanto improvvisamente quanto apparentemente senza motivo a fare le bizze col motore, con la trasmissione, con qualcuno dei suoi componenti di cui magari si ignorava pure l’esistenza?

Quindi?

E’ qui che salta fuori la differenza tra Uomo e uomo, ma non solo, anche fra chi vuol capire e subito agire e chi si gira dall’altra parte.

Quando lavoravo in Ospedale con gli Otorini e con i Chirurghi di Maxillo Facciale o di Chirurgia Plastica Ricostruttiva, a stretto contatto anche con portatori di bruttissimi tumori che poi venivano operati da Chirurghi dalle mani e dal cuore d’oro, ho visto di tutto e di più in quanto a “STATURA UMANA” talvolta affiorante naturalmente in pazienti privi di cultura e di livello sociale infimo.

Ho visto pazienti con le stigmate di brutti carcinoma spinocellulari o di cilindromi senza scampo ed operati molto “pesantemente”, tagliati anche a metà in faccia per farli sopravvivere almeno per il momento, li ho visti per mesi e per anni arrivare puntuali ai controlli postoperatori sempre col sorriso in quel che gli rimaneva del volto e sempre pronti a fare una battuta di spirito mentre ne ho visti altri affetti da qualcosina in più … che un patereccio, dare in escandescenze, cadere in depressione alla ricerca di quell’affetto e quella comprensione che magari, quand’era toccato a loro stare a guardare dall’altra parte della barricata, manco si erano sognati di donare e tanto meno di prendere in considerazione.

Credetemi, potete frequentare le Palestre più rinomate ed ascoltare i Personal Trainer più scafati, ascoltare i consigli dei più bravi dietologi, seguire discipline ai limiti del ridicolo grazie alle privazioni a cui vi fanno sottomettere, mettervi nelle mani di qualche Guru più o meno di periferia ma con un profilo Facebook di tutto rispetto …

Siete e rimarrete sempre con una marcia in meno, perchévoi stessi siete la chiavetta d’avviamento del vostro corpo.

Perché, cosa credete, di sapere tutto di voi stessi?

Non vi rendete conto che il vostro corpo se dovesse funzionare solo dietro ai vostri comandi non avrebbe passato una settimana dopo esser giunto alla luce dal ventre di vostra madre?

Se volete cambiare qualcosa in meglio, domattina, quando vi svegliate e mettete i piedi giù dal letto, toglietevi anche gli slip se li indossavate ancora e giusto giusto rimasti solo in canottiera, mettetevi davanti allo specchio più grande di casa vostra.

Mettetevi bene in luce e se questa è troppo fioca, accendete un lampadina e iniziate a guardare la vostra immagine riflessa osservandola come se appartenesse ad un’altra persona con cui vi hanno detto che dovrete convivere per il resto della vostra vita e voi mica vorreste sposarvi con un perfetto sconosciuto, o no?.

Auguri e … coraggio … se avete gli occhi che vedono ancora bene, usateli e cercate di vedere oltre a guardare, ma poi, fatti i doverosi bilanci, a voi la scelta: rimanere così piangendovi addosso o cambiare sistema?

Non venite a parlarmi di acciacchi e di età e credetemi, l’età fisica non è quella fisiologica, si può esser veramente ancora giovani con i capelli bianchi e vecchi col latte ancora rappreso sulle labbra. E poi, meritano ancora tutta la vostra fiducia quelle quattro pastiglie che comperate dal vostro farmacista non appena vi assale il timore che state per ammalarvi?…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: