Comunicato x Lia

2 giugno 2016

Io credo di aver lavorato veramente tanto su di me stesso nel corso degli anni, spesso anche rendendomi antipatico e mal sopportabile a chi mi viveva accanto, e di aver finalmente raggiunto un grado di autocoscienza, sicuramente molto scomodo soprattutto per me nonostante le facili apparenze, quando si è onesti e quindi stupidi, vedete voi, ed altrettanto perfettibile perché si tratta di processi che non hanno mai fine in noi esseri umani psico-biologicamente imperfetti per natura.

Ciò non toglie che si possano raggiungere dei livelli di coscienza e sicurezze che chiaramente chi è interessato nell’arco di ogni sua giornata a pensare ai soldi, al potere, ai risentimenti o anche solo a quella “cosina” là … mai potrà pensare nemmeno di accostare alla lontana o per sentito dire.

Ieri, ad esempio, ho ricevuto la telefonata di una cara amica che sta attraversando un momento molto critico della sua esistenza per colpa di un marito che per “tradizione” non ha capito che differenza passa tra moglie e serva ed io l’ho ascoltata con grande tristezza perché purtroppo si tratta di problemi senza soluzione.

Mia moglie che casualmente mi era seduta vicina, alla fine della telefonata mi ha chiesto il perché di tanti miei silenzi mentre ascoltavo, conoscendo bene il mio temperamento che solitamente mi porta a reagire subito quando c’è qualcosa che non va …

Giusto, ma a che serve il suono di un consiglio anche amichevole quando il grosso problema consiste nel lasciar sfogare a fin di bene il fiume in piena delle emozioni altrui soprattutto quando ben si sa che dall’altra parte esistono tutte le forze necessarie per saper reagire positivamente una volta “sgonfiato” il motivo di tante amarezze e la rabbia per tante ingiustizie subite?

E non c’è proprio bisogno di rinchiudersi in nessun guscio con la presunzione di essere, almeno lì, al sicuro.

Al sicuro ci potremo trovare solo quando riconosceremo a noi stessi il possesso dentro di noi di quella piccola particella di Dio che, unica, ci può dare la FORZA.

Tutto il rimanente, convenzioni, etica, interessi, crediti, debiti, capacità di capire, di agire, di reagire, di interfacciarci con gli altri senza perdere la nostra identità sacra e inviolabile … esiste, certo, pesa, eppure …

Eppure la nostra vera vita consiste in quel che siamo, in quel che abbiamo seminato, non importa se la pianticella che è nata è alta solo un cm. mentre altre attorno a noi sono alte quaranta metri: la vita che l’ha fatta uscire dalla terra desiderosa di luce è sempre la stessa.

Proteggiamola, alimentiamola, amiamola.

Cia Lia.